Dieta Atkins

DifficoltàDifficoltà media Mediamente difficile da sostenere
EfficaciaBuona Buona efficacia, fino a 20 kg in 3 mesi
PericolositàMedia Media, come tutte le diete iperproteiche, crea squilibri. È però possibile ridurre gli effetti bevendo almeno 2 litri d'acqua al giorno

ATTENZIONE! Come tutte le diete iperproteiche, anche la dieta Atkins è sconsigliata a chi ha problemi di gotta o renali.

La dieta si divide in 4 fasi:

  • Induzione: l'organismo viene indotto in uno stato di chetosi.
  • Dimagrimento: si continua a perdere peso.
  • Pre-mantenimento: si aumentano i carboidrati frenando il dimagrimento, fino alla stabilizzazione del peso
  • Mantenimento: si consolidano le abitudini prese precedentemente
Dimagrire

Prima fase - Induzione

In questa fase viene drasticamente ridotto il consumo di carboidrati fino ad un massimo di 20g al giorno.
Accorgimenti:
  • Non sono ammesse le bevande alcoliche, mentre in piccole quantità è ammessa la caffeina
  • Bere almeno 8 bicchieri d'acqua al giono
  • Si raccomanda l'assunzione di multivitaminici (ad eccezione del ferro)

Questa fase dura generalmente 2 settimane

Cappello cuocoMenu
Gli alimenti che si possono mangiare durante una settimana, vanno scelti tra i seguenti, variando di giorno in giorno e senza esagerare nelle quantità:
  • Colazione a scelta tra  (potete aggiungere un caffé amaro o tè senza zucchero se ne sentite il bisogno):
    • Un paio di salsicce di tacchino e uova strapazzate
    • Un paio di fette di pancetta e uova fritte (evitare fette troppo grandi di pancetta)
    • Un finocchio ed un paio di fette di formaggio (es. fontina)
    • Formaggio (tipo provolone) e prosciutto cotto
    • Prosciutto crudo e stracchino
    • Omelette con prosciutto
    • Uova sode con contorno di pomodori
  • Pranzo a scelta tra:
    • Petto di pollo arrosto e insalata
    • Carne (meglio se bianca) e yogurt (senza zucchero)
    • Insalata greca (pomodoro, feta, lattuga, tonno, olive, aceto, sale e olio)
    • Fettina di manzo, contorno di spinaci
    • Bistecca di vitello, contorno di melanzane
    • Polipo o calamari con contorno di lattuga
Pranzo
  • Spuntino a scelta tra:
    • Frullato alla fragola
    • Formaggio
    • Yogurt (senza zucchero)
  • Cena a scelta tra:
    • Carne, contorno di lattuga
    • Fettina di vitello arrosto, contorno di zucchine o melanzane o spinaci saltati
    • Orata al cartoccio, contorno di lattuga o broccoli
    • Filetti di salmone, contorno di fagiolini


Naturalmente valgono tutte le combinazioni di questi cibi tali che non ci fanno superare i 20g di carboidrati giornalieri

Utile il seguente riepilogo di alcuni cibi consenti in questa fase:
  • Carne
    • Tacchino
    • Pancetta (limitarne però l'usa per via dei nitrati)
    • Prosciutto cotto e crudo (limitarne l'uso per via dei nitrati)
    • Vitello
    • Manzo
BisteccaProsciutto cottoPollo
  • Pesce
    • Salmone
    • Polipi
    • Calamari
    • Orata
    • Tonno

  • Prodotti caseari
    • Formaggio quark
    • Provolone
    • Yogurt
    • Stracchino
    • Fontina
    • Feta
FormaggioYogurt
  • Verdura
    • Lattuga
    • Sedano
    • Finocchio
    • Funghi
    • Peperoni
    • Broccoli
    • Cavolfiori
    • Melanzane
    • Zucchine
    • Pomodori
    • Olive
SpinaciInsalataPomodori
  • Altro
    • Caffé, tè, uova
CafféTeaUova
Si tiene a precisare che quest'elenco non è assolutamente esaustivo, è però una buona traccia dei cibi consentiti.



Seconda fase - Dimagrimento

In questa fase si aggiungono ogni settimana 5g netti di carboidrati: l'obiettivo è trovare il livello critico di carboidrati che consente di mantenersi in dimagrimento.
Valgono tutte le indicazione precedenti, salvo aggiungere tra gli alimenti consentiti:

  • Prodotti caseari
    • Ricotta
    • Panna montata
  • Frutta
    • Fragole
    • Mirtilli
    • More
    • Lamponi
    • Meloni gialli
  • Extra (assumibili di tanto in tanto)
    • Succo di limone
    • Succo di lime
Tenendo sotto controllo i grammi di carboidrati assunti, questi alimenti possono essere inseriti in sostituzione di alcuni di quelli elencati nel menù della fase di induzione.
Sono invece assolutamente da evitare in questa fase:  arance, mele, angurie , banane,  mandorle , anacardi e noci

Questa fase va mantenuta finché non si è a circa 4,5kg dal peso desiderato




Terza fase - Pre-mantenimento

Nella terza fase si aumentano i carboidrati di 10g a settimana.
Come per la seconda fase, possiamo aggiungere nuovi alimenti, sempre tenendo sotto controllo la quantità di carboidrati assunta:

  • Frutta (in piccole quantità)
    • Mela
    • Banana
    • Anguria
    • Mango
    • Pesche
    • Pere
    • Arance
  • Ortaggi
    • Patate
    • Carote
    • Fagioli
  • Cereali (in piccole quantità)
    • Farina d'avena
    • Pasta integrale
    • Riso integrale

IMPORTANTE! In questa fase si deve cercare di capire quanti carboidrati è possibile assumere per mantenere il peso raggiunto per il resto della vita.

Questa fase dura quindi finché non si raggiunge il peso desiderato



Quarta fase - Mantenimento

Questa fase consiste nel mantenere il peso sfruttando le conoscenze apprese nella fase precedente, ossia la quantità di carboidrati che il proprio corpo può assumere senza ingrassare.
È importante evitare il classico rilassamento post-dieta, cosa che può esser fatta continuando ad attenersi al menù della fase pre-mantenimento con i carboidrati calcolati.




Pro e contro

I pro e i contro di questa dieta sono una controversia che dura da 30 anni. Alcuni studi sostengono che aumenti il rischio di malattie cardiovascolari, mentre altri sostengono l'esatto contrario.
Si è calcolato che seguire questa dieta fa spendere più denaro rispetto alle altre e si possono avere effetti collaterali quali diarrea, debolezza generale, orticarie e crampi muscolari, più frequentemente che nelle altre diete.




ATTENZIONE! Queste indicazioni sono generiche e bisognerebbe consultare un dietologo prima di fare una dieta.